Archivi tag: Fridays For Future Parma

Cambiamo noi per non cambiare il clima

Mercoledì scorso sono tornato nella mia ex-scuola superiore, l’Istituto Tecnico Agrario “F. Bocchialini”, per parlare di cambiamento climatico e spiegare agli studenti le cause e i preoccupanti effetti che questo fenomeno sta avendo nella nostra società. Ho parlato per quasi tre ore davanti a due classi – una terza e una quarta – e ho trovato degli studenti attenti, capaci, sensibili al tema e soprattutto molto preparati. A tal proposito consiglio di leggere l’articolo che hanno scritto e che riporto qui a fianco.

E’ stata un’iniezione di fiducia e speranza perché ho visto nei loro occhi la preoccupazione per questo fenomeno ma allo stesso la voglia di fare qualcosa per contrastare il riscaldamento globale.

Ora capisco perché il messaggio di Greta Thunberg ha avuto una vasta eco tra i giovani e gli studenti. Ora ho più fiducia nel fatto che le nuove generazioni saranno più attente e rispettose dell’ambiente di quanto hanno fatto le generazioni passate. La lotta contro il cambiamento climatico, a cui sto dedicando tanto impegno, può essere vinta grazie ai giovani di oggi e alle pressioni che riusciranno a fare sui grandi.

Per questo sono contento che lo sciopero di venerdì scorso, il Fridays for Future, sia stato un successo in tutte le città.

Un sincero ringraziamento va però anche ai bravissimi insegnanti che con la loro competenza e il loro esempio stanno trasmettendo agli studenti conoscenze e valori. Ringrazio per l’invito, è stato davvero bello rivedervi.

La Sfida di Oggi e la voce di Greta contro il cambiamento climatico

La crisi climatica che stiamo vivendo ci impone di non abbassare la guardia e ci richiede uno sforzo costante contro il cambiamento climatico. Nel silenzio assordante dell’ultima conferenza sul clima, quella dello scorso dicembre a Katowice, solo una voce pacata ma decisa è rimasta nella testa di milioni di persone e continua a diffondersi e a smuovere le coscienze. Solo una voce ha portato migliaia di persone a scendere in piazza e a manifestare contro l’inerzia dei governi nella lotta al riscaldamento globale. Questa voce non è stata quella di un saggio politico, né di un giovane leader. Questa voce non è venuta da un illuminato studioso né da un carismatico manifestante. Questa voce è uscita dalla bocca di una ragazza di sedici anni di nome Greta Thunberg che dopo giorni di sciopero della scuola, per richiamare l’attenzione mondiale sul problema del cambiamento climatico, ha parlato davanti ai Presidenti di tutto il mondo e li ha rimproverati con queste parole: “Finché non vi fermerete a focalizzare cosa deve essere fatto anziché su cosa sia politicamente meglio fare, non c’è alcuna speranza di risolvere questa crisi climatica (n.d.a.)”.

Le sue parole e il suo esempio hanno dato il via a una serie di scioperi studenteschi in tutto il mondo, che culmineranno con lo sciopero internazionale di venerdì 15 marzo. Al grido di “Fridays For Future” migliaia di studenti in tutto il mondo, e in tante città italiane, si stanno ritrovando ogni venerdì nelle piazze cittadine, armati di cartelli, per ricordare che il cambiamento climatico è la più preoccupante crisi di questo tempo.

Anche a Parma è possibile partecipare al Fridays For Future, l’appuntamento ricorre ogni venerdì alle ore 18 in Piazza Garibaldi.

Parteciperò anch’io a uno dei prossimi appuntamenti e in più mercoledì 13 marzo sono stato invitato a parlare di cambiamento climatico all’Istituto Tecnico Agrario “F. Bocchialini”, la mia ex-scuola superiore. Sono davvero contento di poter tornare in quella scuola da docente e spiegare le cause e gli effetti del riscaldamento globale a tanti studenti.

La lotta al cambiamento climatico è “la sfida di oggi”. L’ho scritto qualche anno fa in un libro, ce lo ricorda adesso la pacata e incisiva voce di Greta.

 

Andrea Merusi

autore del libro “La Sfida di Oggi. Il cambiamento climatico e il rapporto tra uomo e natura